pipistrello
GEAPRESS – Un fatto che sarebbe avvenuto nel corso di un un campo estivo sulle alture di Alassio (SV). Un pipistrello entrato in una stanza finito a scopate e gettato fuori di case. Eppure, spiega l’ENPA di Savona, sarebbe bastato attendere la notte affinchè si allontanasse spontaneamente da una finestra aperta.

Il piccolo animale, lasciato sanguinante in strada è stato per fortuna visto da alcuni passanti che hanno avvertito i volontari della Protezione Animali. In tal maniera è stato recuperato e sottoposto alle prime cure anche se ancora non può dirsi salvo.

L’ENPA sta facendo di tutto per salvarlo e dopo una prima necessaria stabilizzazione sarà consegnato ad una specialista piemontese per il completamento delle cure. Nel frattempo le guardie zoofile della Protezione Animali stanno svolgendo gli accertamenti per individuare gli autori, forse alcuni giovani passati nei giorni scorsi nel campo estivo, che saranno denunciati per maltrattamento di animal. Chi avesse informazioni utili può rivolgersi allo 019 824735, da lunedì a sabato, orario 10-12, 17-19, email savona@enpa.org.

I pipistrelli sono animali assolutamente innocui e molto utili per l’ambiente e l’uomo. Ognuno di loro può arrivare a cibarsi in una notte fino a duemila insetti, tra cui le zanzare. Anche per questo è assolutamente protetto dalle leggi e non lo si può detenere, catturare o uccidere. Per tenere lontani da case e campagne gli insetti, l’ENPA propone da tempo l’installazione di “bat-box”, ossia casette da montare sulle pareti delle case per attirare i pipistrelli, reperibili a prezzi modici in molti supermercati.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati