lipu
GEAPRESS – “Chiedere alle istituzioni che l’Italia faccia degli investimenti nel patrimonio del territorio, della biodiversità e del paesaggio dei suoi punti di forza, in quanto rappresentano un valore aggiunto inimitabile e non delocalizzabile, sono passaggi che condividiamo fortemente. Siamo il Paese mediterraneo più ricco di prodotti certificati, con un’agricoltura che può sopravvivere alla crisi puntando alla sinergia con politiche di tutela e sostenibilità ambientale”. Questo il commento del presidente della LIPU-Birdlife Italia, Fulvio Mamone Capria, presente questa mattina all’assemblea nazionale di Coldiretti a Roma.

Per la LIPU proseguire sulla linea della qualità, della tutela dell’ambiente e della valorizzazione delle produzioni tipiche e territoriali può solo significare meno abbandono dei campi, meno consumo di suolo, più benessere per i cittadini e per l’ambiente, più futuro verde per la nostra economia. I dati degli ultimi dieci anni, spiega il comunicato della LIPU, ci segnalano una forte diminuzione dell’avifauna degli habitat agricoli. Questo è solo un esempio delle difficoltà per l’agricoltura e l’ambiente italiano. Difendere l’agricoltura sana significa per la LIPU evitare altresì la scomparsa di biodiversità. Dunque ai Ministri competenti e al Parlamento deve essere chiesto di intervenire subito con una norma che blocchi l’avanzata incontrollata del cosiddetto consumo di suolo.

Anche sul tema dei danni causati dalla fauna selvatica, siamo convinti che il problema vada affrontato con dei corretti piani di management ambientale, e con il supporto dello Stato e della stessa Unione europea alle aziende che li subiscono. Così come previsto – conclude Mamone Capria – dalla risoluzione approvata pochi giorni fa dalla Commissione Agricoltura della Camera dei Deputati

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati