guardie
GEAPRESS – I Carabinieri del Comando Stazione di Afragola (NA),  in collaborazione con le Guardie giurate zoofile e venatorie del’EMPA (Ente Mediterraneo Protezione Animali)  e WWF,  hanno sorpreso  due cacciatori in attività venatoria illegale. L’intervento, scaturito nel corso di un’operazione anti bracconaggio che ha a sua volta fatto seguito a diverse  segnalazioni, si è basato sul ripetuto segnale proveniente da un richiamo acustico vietato dalla legge.

Si trattava, in modo particolare, del canto del tordo, specie ambita dai cacciatori.

Un  cacciatore in attività venatoria con  mezzo vietato, subiva così  il sequestro del richiamo, del fucile e numerose cartucce.  Continuando il controllo, veniva individuato un altro cacciatore con richiamo vietato. Scattavano, anche per lui, sequestri analoghi al precedente intervento.

Un terzo bracconiere scappava alla  vista degli Agenti lasciando sul posto il richiamo vietato.

Secondo le Guardie Zoofile, il territorio controllato era pieno di altri bracconieri che si  dileguavano una volta  capito dell’operazione antibracconaggio. Per i due bracconieri identificati, la denuncia a piede libero alla Procura della Repubblica competente.

Il giorno precedente le Guardie volontarie  avevano effettuato un controllo sul territorio di Giugliano (NA), contestando ad alcuni cacciatori illeciti di natura amministrativa. In tale contesto, però, si assisteva alla fuga di un bracconiere che abbandonava sul posto un richiamo elettroacustico vietato. Nel frattempo, contattati i Carabinieri per il sequestro del richiamo, avveniva un’ulteriore fuga. Questa volta il bracconiere lasciava su un albero una gabbia con all’interno recluso un povero tordo utilizzato come richiamo vivo. A causa dell’inidoneità al volo, il Tordo è stato ricoverato presso l’Ospedale Veterinario Il Frullone.

Le Guardie dell’E.M.P.A e del WWF hanno ringraziato, per la fattiva quanto celere collaborazione, l’Arma dei Carabinieri, ed in particolare il Comando Stazione di Afragola e il Comando di Giugliano in Campania.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati