rete uccellagione
GEAPRESS – Intervento congiunto, avvenuto nella giornata di ieri, dei Carabinieri della Stazione di Afragola (NA) e delle  Guardie Giurate Zoofile dell’EMPA (Ente Mediterraneo Protezione Animali) e WWF Italia.

Nel corso di una normale attività di controllo dei fenomeni di bracconaggio, le Guardie hanno udito il canto di alcuni uccelli, tale da fare presupporre l’attività in atto di un uccellatore.

In località Cantariello, nel Comune di Afragola, venivano così notate due  persone nei pressi di un appostamento temporaneo. Nell’impianto erano altresì presenti tre gabbie, con all’interno 4 cardellini. Si tratta, informano le Guardie, di una specie protetta dalla legge, oltre al fatto che l’attività di uccellagione è vietata.

Uno degli animali, appariva legato con un cardicella. Tale sistemazione serve ad utilizzare il povero animale come richiamo per gli uccelli selvatici ma, a detta di WWF ed EMPA,  causa  grandi sofferenze al povero cardellino.

In collaborazione con i Carabinieri, si è così proceduto all’intervento che ha comportato il sequestro delle reti, delle gabbie, degli animali e di tutti gli altri strumenti illegali trovati. I cardellini venivano liberati al fine di ridurre ulteriori ed inutili sofferenze subite, mentre i due uomini venivano denunciati alla Autorità Giudizioaria competente con l’accusa di maltrattamento di animali e per violazione della legge venatoria

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati