richiamo
GEAPRESS – Nella giornata di oggi i Carabinieri del Comando stazione di Afragola (NA), unitamente alle Guardie Giurate Venatorie e Zoofile del WWF e dell’EMPA (Ente Mediterraneo Protezione Animali), hanno svolto una intensa attività di controllo in campo venatorio nel nord est della provincia di Napoli.

In tale contesto è stata verificata l’attività di diverse decine di cacciatori, ivi compresi i controlli sull’anagrafe canina.

In molti casi si è così riscontrata la regolarità dell’attività mentre, in alcuni altri, sono stati elevati verbali amministrativi perché non in regola con la documentazione richiesta. Sul territorio, però, si udivano i richiami elettroacustici (detti comunemente “FONOFIL”), ovvero strumenti di caccia vietati dalla normativa di settore.

Dopo diversi pattugliamenti il gruppo di vigilanza ha così sorpreso un cacciatore in località “Contrada Marchese”, al confine con il territorio del comune di Afragola (NA); l’uomo era intento ad esercitare l’attività venatoria proprio con lo strumento elettroacustico vietato.

Le Guardie venatorie del WWF e le Guardie zoofile dell’EMPA richiedevano a questo punto l’intervento dei Carabinieri che compivano i necessari atti di Polizia Giudiziaria. Quindi si è potuto procedere al sequestro del fucile, del FONOFIL, delle cartucce mentre il bracconiere è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Nola.

Le Guardie Zoofile e Venatorie, del WWF e dell’EMPA, con le forze dell’ordine, nei giorni seguenti, effettueranno ulteriori controlli in tutto il territorio della provincia di Napoli.

Il WWF e L’EMPA ringraziano l’Arma dei Carabinieri per la fattiva quanto celere collaborazione.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati