occhi cane
GEAPRESS – Possono dei Veterinari condannati in via definitiva, continuare ad esercitare la loro professione? Per l’ENPA decisamente no.

Per questo, con una lettera ufficiale inviata al presidente dell’Ordine dei Medici Veterinari della provincia dell’Aquila, l’Ente Nazionale Protezione Animali è tornato a chiedere la radiazione dei due veterinari condannati in via definitiva per la soppressione di 9 cani, avvenuta in violazione della normativa della normativa nazionale 281/91 “Tutela degli animali d’affezione e prevenzione del randagismo”.

Questo secondo l’ENPA rappresenta un atto dovuto. L’atto giudiziario definitivo che condanna i due veterinari implica la loro radiazione perché, così come specifica il Dpr 221 del 1950, con tale condotta, sempre ad avviso di ENPA, essi avrebbero compromesso gravemente la loro reputazione e la dignità dell’intera classe sanitaria.

Come è noto i due Veterinari sono stati giudicati per la soppressione di alcuni cani presso il canile municipale dell’Aquila.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati