Intervenuta al convegno promosso dal Gruppo cinofilo Verona Onlus ‘Educare l’uomo per educare il cane’, che si e’ tenuto al Palazzo della Gran Guardia a Verona, il Sottosegretario alla Salute, Francesca Martini ha sottolineato l’importanza del rapporto uomo-cane: “Il legame uomo-cane e’ uno dei più profondi e ricchi senza il quale l’uomo perderebbe un elemento importante di sé stesso. Oggi sono presenti circa 8 milioni di cani nelle famiglie italiane”, puntando anche sull’importanza di affermare i diritti animali “il nostro prodigarci per l’affermazione dei diritti degli animali per arrivare ad avere una società più etica e civile”.

Il Sottosegretario ha anche ricordato gli impegni del Governo sul tema in questione “Dalla lotta al randagismo e al vergognoso fenomeno degli abbandoni – ha aggiunto – nonché al miglioramento della relazione uomo- animale. Ma credo sia necessario continuare con impegno per istaurare un vero sistema di prevenzione. La prevenzione in questo campo si ottiene con la responsabilizzazione ed educazione dei proprietari e detentori di cani: l’ordinanza del 3 marzo 2009 e’ stata concepita in quest’ottica. Infatti con questa ordinanza ho voluto fortemente rivoluzionare l’impostazione data negli anni passati eliminando la cosiddetta ‘black list’, la lista con le razze ritenute più pericolose, stilata senza una base scientifica concreta”.