aquila di mare testabianca
GEAPRESS – Rischia l’arresto per avere ucciso due Aquile di mare , quattro Coyote, un Opossum e tre Avvoltoi neri. Sull’ignoto avvelenatore gravano inoltre ben 11.000 dollari di ricompensa per chi sarà in grado di fornire informazioni utili ad individuarlo. Parte di questa ricompensa è offerta dal Fish and Wildlife Service degli Stati Uniti, l’Agenzia Federale alla quale spettano importanti compiti sul rispetto delle leggi in tema di protezione della fauna autoctona ed esotica.

I fatti sono occorsi lo scorso aprile in Louisiana, ma la “caccia” all’avvelenatore non si è ancora conclusa.

L’animale “bersaglio” era probabilmente il coyote, ma il veleno non fa distinzioni.

In molti Stati USA, i reati in danno alla fauna sono considerati “gravi”. Prevedono, infatti, forti sanzioni pecunarie e pene detentive. In particolare l’Aquila di mare testabianca è il simbolo degli Stati Uniti; risulta protetta fina dal secondo decennio del secolo scorso quando l’azione dei cacciatori l’aveva portata in via di estinzione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati