GEAPRESS – “Il neo Commissario competente per il Benessere degli Animali Tonio Borg intervenga diplomaticamente tra Bulgaria e Turchia per risolvere la situazione del camion proveniente da un Paese dell’Ue bloccato da ben sei giorni al confine tra i due Paesi contenente ben 31 vitelloni che stanno patendo inutili sofferenze. Il commercio di animali nati nell’Ue e destinati al macello oggi è assolutamente fuori controllo”. Così è intervenuto Andrea Zanoni, eurodeputato IdV e vice presidente dell’Intergruppo Benessere degli Animali al Parlamento europeo.

La denuncia arriva da Compassion in World Farming. Un camion con 31 vitelloni vivi provenienti dalla Lettonia, si trova fermo al confine turco dalle 4 del mattino del 24 Novembre scorso, cioè da 6 giorni. Il camion è bloccato per mere questioni di permessi alla dogana. Gli animali sono già stati trasportati per oltre 2600 chilometri e li attendono altri 2000 chilometri prima di raggiungere il confine iracheno, Paese dove sono destinati.

Ci troviamo – ha dichiarato Zanoni – di fronte ad un cortocircuito gravissimo di un sistema di trasporto animali destinati alla macellazione assolutamente insostenibile. Nessun animale dovrebbe essere trasportato per più di 8 ore e i metodi di abbattimento dovrebbero almeno rispettare le regole internazionali in materia di benessere animale”.

Per questo Zanoni si è rivolto al neo Commissario Ue alla Salute e Consumatori, responsabile anche per il Benessere degli Animali, Tonio Borg, “affinché faccia tutto il possibile per alleviare le sofferenze di questi animali facendo da tramite tra la Bulgaria e la Turchia” nonché si impegni al più presto “per far sì che il benessere di tutti gli animali che viaggiano da Paesi Ue a Paesi non Ue sia effettivamente rispettato”.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: