angelli sgozzati
GEAPRESS – Sedili posteriori abbassati e coperti da un mucchio di sacchi neri, del tipo per la raccolta dell’immondizia. Così i Carabinieri della Stazione di Vicari hanno rinvenuto l’interno di una autovettura sottoposta a controllo nel corso di un normale servizio lungo la Strada Statale 121.

A guidare il mezzo un macellaio del luogo.

Una volta spostati i sacchi, è apparsa la “sopresa”. Vi erano, infatti,  otto agnelli che il macellaio stava trasportando illegalmente, presumibilmente da rivendere nella sua attività commerciale oppure ad altri clienti compiacenti post-casa.

Il soggetto  è stato così denunciato a piede libero per i reati di macellazione clandestina e porto di armi od oggetti atti ad offendere, poiché nel corso della perquisizione personale veniva trovato in possesso di un coltello del genere vietato posto sotto sequestro.

I Carabinieri, a seguito di successivi controlli sono riusciti, non senza difficoltà, a rintracciare la provenienza degli ovini che sarebbero stati privi di marca identificativa. La denuncia  di macellazione clandestina è stata così elevata anche ad un allevatore di Mezzojuso (PA) che avrebbe venduto gli agnelli al macellaio nella mattinata.

Con la collaborazione dei medici veterinari dell’A.S.L. di Lercara Friddi, gli otto ovini, sono stati sottoposti a sequestro e consegnati al Comune di Vicari per la successiva distruzione, poiché non è stato possibile accertare l’esatta tracciabilità degli stessi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati