cavallo III
GEAPRESS – Nella tarda mattinata di oggi, l’House Appropriations Committee (organo della Camera dei Rappresentanti deputato ad esprimersi sulle spese del Governo degli Stati Uniti) ha approvato un emendamento proposto dal repubblicano Jim Moran che, nell’ambito del disegno di legge sulle spese nel settore dell’agricoltura, sbarra i finziamenti da destinare agli impianti di macellazione dei cavalli.

Ne da comunicazione la Humane Society of the United States che sottolinea come un analogo emendamento era stato approvato appena la settimana scorsa dal Senato.

Gli emendamenti non forniscono ancora esecutività a quanto approvato, dovendo il tutto passare da una terza commissione che li valuterà in forma congiunta. Secondo gli animalisti, però, è molto probabile che il testo, così come ora formulato, arriverà alla firma del Presidente Obama.

L’effetto immediato di tale provvedimento sarebbe quello di bloccare la costruzione di nuovi impianti di macellazione di equini in Iowa, Missouri e New Mexico.

La carne di cavallo non è un alimento diffuso negli Stati Uniti ed in generale un po’ in tutti i paesi anglosassoni. Le associazioni di protezione animale mirano ora ed una previsione di legge che possa vietare l’esportazione di cavalli per la macellazione.

I cavalli, dicono gli animalisti, hanno aiutato ad insediarci in questo paese. Non è proprio il caso di ricambiare trasformandoli in polpette.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati