mucche camion
GEAPRESS – Su un autocarro con targa tedesca e diretti in Libano. Bovini che dovevano arrivare in Asia ed invece intercettati nella mattinata di ieri da una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Amaro (UD) in servizio di vigilanza sull’autostrada A23 Palmanova-Udine-Tarvisio.

All’altezza dell’uscita Malborghetto-Valbruna, infatti, veniva fermato un autoarticolato con targa tedesca che trasportava animali. Nel corso del controllo emergeva che all’interno del mezzo erano stipate 32 mucche dirette in Libano, molte delle quali al termine della gravidanza. Due di esse, addirittura, partorivano. In un caso il vitellino era morto.

Tra le contestazioni della Polstrada appaiono l’assenza di una quantità idonea di acqua, un numero eccessivo di animali rispetto a quello previsto dalla tipologia di trasporto, l’assenza del registro di bordo per viaggi superiori a 8 ore. Sempre la Polstrada spiega come la normativa di settore vieta di trasportare qualsiasi animale che non sia idoneo al viaggio ed in condizioni tali che possano esporre l’animale a lesioni o sofferenze inutili: in particolare, non sono ritenute idonee al viaggio le femmine che abbiano appena partorito o siano in procinto di farlo.

Nella circostanza richiesto l’intervento di personale veterinario dell’USL n.3 dell’Alto Friuli mentre tutte le mucche venivano sottoposte a sequestro per essere affidate in custodia, come disposto dall’Autorità Giudiziaria, al Centro specializzato di Prosecco dove i bovini potranno ricevere assistenza e le cure necessarie.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati