GEAPRESS – I fatti sono successi a Trigoria, alle porte di Roma, nella notte tra lunedì e martedì. Un intero gregge trovato morto in un fosso. Questa volta però non si è parlato di lupo, bensì di randagismo. Due cani avrebbero morso poche pecore e tutte le altre le avrebbero seguite nel fosso dove sono poi morte in un indescrivibile ammasso. Erano spaventate dai cani, avrebbe dichiarato il pastore ai Veterinari dell’ASL Roma C – Servizio Sanità Animale, accorsi sul posto.

Un fatto non nuovo, viene fatto trapelare dalla stessa ASL, dove qualche dubbio viene sollevato sul fatto che trattasi di “randagismo”. I due cani rinvenuti assieme alle pecore nel fosso di Trigoria erano, infatti, due cani di razza Breton, ben tenuti, forniti di collare e a quanto pare pure microchippati. Incustoditi o forse fuggiti.

Di fatto, stante così le cose, non si può essere certi neanche della dinamica inizialmente fornita, ovvero che i due animali avrebbero morso poche pecore dell’ovile, provocando la fuga dell’interno gregge  e la consequenziale morte all’interno del fosso. I due cagnetti, cioè, potrebbero avere infierito successivamente alla morte dei poveri animali, pur avendone provocato la triste fine. Il pastore, infatti, si sarebbe accorto di quanto accaduto solo nelle mattinate, quando cioè, arrivato all’ovile, avrebbe scorto l’intero gregge ammassato nel fosso.

Secondo indiscrezioni pervenute i due cani potrebbero essere fuggiti da una delle ville del circondario.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati