GEAPRESS – Servono un milione di firme entro il 4 novembre. Per fermare i trasporti di animali su lunga distanza. La legislazione Europea permette il trasporto di animali vivi anche per più giorni. Viaggi allucinanti per andare a morire nei mattatoi: la lunga agonia della morte certa.

Trasportati a milioni, ogni anno, gli animali avrebbero dalla loro parte una lacunosa legislazione UE (leggi Animal Welfare during transport e  The welfare of animals during transport (details for horses, pigs, sheep and cattle). Basta prevedere, ma nessuno controlla, una sosta fantasma ed il trasporto può durare giorni.

C’è un  sito 8Hours – Stop long animal transports realizzato da Dan Jørgensen, membro del Parlamento Europeo per i Socialdemocratici danesi e da  Christa Blanke, fondatrice e direttrice di Animals´Angels,   sostenuto da un nutrito gruppo di Associazioni europee, che sta raccogliendo le firme necessarie per dialogare con i politici europei.

45 i parlamentari europei che finora sostengono la petizione, 11 gli italiani: Sonia Alfano, Guido Milana, Cristiana Muscardini,  Gianni Pittella, Niccolò Rinaldi, Oreste Rossi, David Sassoli, Giancarlo Scottà, Francesco Speroni,  Gianni Vattimo,  Andrea Zanoni.

I video diffusi da Animals’ Angels documentano in maniera inequivocabile la sofferenza, i soprusi, i maltrattamenti, insomma tutto l’orrore destinato ai nostri compagni di strada, colpevoli, solo, di avere delle carni appetibili per umani ingordi.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO ” Why 8hours”:

 
 
VEDI VIDEO “Jane Goodall against long animal transports”: