trasporto animali
GEAPRESS – “L’Ue vieti per sempre l’esportazione di animali vivi nei paesi terzi e in particolare in Medio Oriente. In attesa di una messa al bando totale, almeno aiuti i paesi importatori a migliorare il benessere degli animali al momento della macellazione”. Lo scrive in una lettera indirizzata al Commissario Ue Tonio Borg l’eurodeputato PD Andrea Zanoni, vice presidente dell’Intergruppo per il Benessere e la Conservazione degli Animali al Parlamento europeo. “Le condizioni in cui questi animali sono,  trasportati e macellati sono miserabili. L’Ue – ha aggiunto Zanoni – ha il dovere di porre fine a questi calvari integrando la Strategia per il benessere degli animali all’interno della Politica europea di vicinato”.

Zanoni denuncia a Borg le condizioni terribili di macellazione che devono affrontare gli animali da allevamento europei esportati in Turchia, Libano, Giordania e Cisgiordania, come testimonia il film prodotto da Compassion in World Farming. Zanoni ha anche sottoscritto la petizione di CIWF  (vedi nella pagina video) che chiede alla Commissione europea lo stop di ogni esportazione di animali vivi fuori Europa.

Ogni anno tre milioni di animali europei vengono esportati vivi in viaggi lunghi ed estenuanti per essere macellati al di fuori dell’Ue. La crudeltà delle pratiche di macellazione è in quei paesi semplicemente immensa. Esorto la Commissione a porre fine almeno all’esportazione di animali vivi in Medio Oriente – scrive Zanoni nella lettera – Invito inoltre la Commissione ad aiutare i paesi importatori a migliorare il benessere degli animali al momento della macellazione, anche se spero che l’Ue ponga presto fine a questo terribile commercio una volta per tutte”.

L’eurodeputato fa presente a Borg che “la stessa Strategia Ue per il benessere degli animali prevede l’esame di come il benessere degli animali possa essere meglio integrato nel quadro della Politica europea di vicinato”.

VEDI VIDEO CIWF

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati