GEAPRESS – Faceva pascolare i due bovini da chissà quanto tempo legati in maniera orrenda. Uno dei due, oltre alla pastoia (ovvero con le zampe anteriori legate tra loro) aveva pure una terza corda che lo costringeva con il capo chino.

I fatti sono occorsi sabato scorso a Custonaci, in provincia di Trapani. A documentare il tutto (vedi video), Enrico Rizzi, Coordinatore Nazionale del PAE (Partito Animalista Europeo) il quale ha avvisato i Carabinieri della Stazione di Custonaci subito intervenuti con il Comandante Dott. Eustacchio Scalcione e l’Appuntato Gatto.

Provveduto a rintracciare il proprietario, questo si è difeso sostenendo che gli animali non si sarebbero così potuti spostare. Circa la corda al collo, serviva a non fa rmangiare le olive del vicino. Per l’allevatore, S.C. Di anni 70, la denuncia a piede libero per maltrattamento di animali e l’obbligo di liberare immediatamente i poveri animali.

Il tempestivo intervento dei Carabinieri sul posto – ha dichiarato Enrico Rizzi – ha senz’altro evitato che le sevizie perpetrate in danno agli animali, potessero essere portate ad ulteriori conseguenze. Voglio ringraziare l’Arma dei Carabinieri per il tempestivo intervento e la professionalistà dimostrata “.

La speranza, ora, è che il Magistrato affidi a Rizzi i due animali. Richiesta formalizzata stamani presso gli Uffici della Procura della Repubblica di Trapani.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: