carne di cane
GEAPRESS – Secondo quanto reso noto dall’ONG Soi Dog Foundation, la polizia tailandese, in collaborazione con gli esperti della stessa associazione, ha scoperto nel nord est del paese, un macello di cani. L’area di intervento è nei pressi di Nakhon Phanom.

Ad essere rinvenuti e posti sotto sequestro nella giornata di ieri, sono 50 chili di carne di cane. Dieci cani, invece, sono stati trovati ormai a pezzi. Una situazione penosa, riferisce l’ONG.

A finire in manette è una donna accusata di essere la macellaia dei cani.

Soi Dog Foundation ha molto investito nelle campagne di sensibilizzazione finalizzate alla  repressione dei traffici di carne di cane. Tale usanza alimentare non è comunque particolarmente diffusa nel paese; alcuni trafficanti, però, usano rifornire il mercato estero, specie quello vietnamita.  Ultimamente i Governi di Taliandia, Laos e Vietnam, sotto la spinta della diffusione della rabbia, si sono impegnati in  un’azione congiunta volta ad individuare ed arrestare chi commercia carne di cane.

Intanto, come riferisce l’ONG, un’altro macellaio è stato messo fuori gioco, anche se per i cani non vi nera più nulla da fare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati