piumino oca
GEAPRESS – Con tutto il rispetto per chi ci abita, ma in quanti conoscono la Transnistria? Eppure nella Repubblica fondata sul Soviet, autoproclamatasi indipendente dalla Moldova, arrivano ben accolte le griffe. Molto meno graditi sono invece i giornalisti che hanno cercato di svelare la filiera del piumino d’oca.

Un   viaggio in giro per l’Europa, anche quella non riconosciuta dall’ONU, che ha visto protagonista la troupe di Report.

Domenica 2 novembre alle 21.45, l’inchiesta di Sabrina Giannini, documenterà la barbara tecnica dello spiumaggio delle oche vive. “Siamo tutte Oche”, questo il titolo dell’inchiesta, mostrerà in particolare la spiumatura che avviene in uno dei tanti allevamenti dell’Ungheria, dove operano i grandi marchi del lusso.

La spiumatura, ha anche un “mandate”. Secondo Report, si tratta della Comunità Europea colpevole dei mancati controlli oltre che di un Regolamento che consentirebbe di riciclare con facilità quella che l’inchiesta  definisce la “piuma illegale”.

Un documento, primo nel suo genere, che Report già preannuncia come in grado di provocare degli effetti che speriamo essere positivi per i poveri animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati