pulcini
GEAPRESS – Opinione pubblica che influisce nelle scelte sul benessere degli animali. Lo afferma il Ministero della Salute che, a conclusione dei lavori della “seconda giornata della Conferenza nazionale sul benessere animale”, dedicata agli animali d’allevamento, ai problemi legati al trasporto e agli animali esotici, ha affermato come si stiano studiando metodi come il sessaggio delle uova embrionate per evitare la soppressione dei pulcini maschi nella filiera delle galline ovaiole.

Come è noto il pulcini maschi neonati, inutili per le produzioni, vengono avviati alla distruzione assieme ai gusci.

La giornata sul benessere animale è stata altresì utile per sottolineare l’influenza degli animali cosiddetti “esotici” e la minaccia che ne deriva per le specie autoctone oltre che potenziale veicolo di patogeni, pericolosi anche per la salute umana. Addirittura il 33% degli uccelli e l’11% degli anfibi risulterebbero minacciati dalle specie aliene invasive. Un problema, oltretutto, che pesa ogni anno per circa 12,5 mld di euro tra danni e spese per l’eradicazione (notoriamente criticate) e il controllo di questi animali.

Tra le oltre duecento persone che hanno partecipato (rappresentanti delle Istituzioni, del mondo universitario e delle ricerca, della produzione zootecnica e delle associazioni protezionistiche) vi erano anche gli esponenti del Ministero dell’ambiente e del Corpo forestale dello Stato che hanno portato all’attenzione la gestione di sequestri complessi di animali pericolosi, ricordando come, solo grazie alla proficua collaborazione tra amministrazioni, scevra da personalismi, sia possibile affrontare la complessità di queste nuove sfide.

Sono state poi affrontare le problematiche relative al trasporto, come nel caso dei sequestri preventivi da parte degli ufficiali di polizia giudiziaria e gli ottimi risultati derivati dalla collaborazione tra Ministero e Polizia stradale, con la quale è operativo un protocollo d’intesa. Sono state riscontrate anche difficoltà correlate alla complessità del trasporto di pesci.

Tra i rappresentanti di categoria è stato evidenziato il fatto che l’associazione allevatori di visoni ha presentato un “protocollo” per gli animali da pelliccia.

Il Ministero della Saluta ha sottolineato come oramai il benessere animale sia diventato un fattore fondamentale anche per la competitività sul mercato, poiché i consumatori si mostrano sempre più attenti a questo tema. E’ emersa, afferma sempre il Ministero, la necessità di misurare scientificamente il benessere prevenendo mere valutazioni emotive fondate su una visione antropocentrica non in grado di riconoscere le diversità fisiologiche ed etologiche degli animali.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati