Pony
GEAPRESS – Si è conclusa nella giornata di ieri la consueta Fiera della Madonna; per la gente del luogo “Fiera di Pugliano”. Si tratta, ricorda l’ENPA di Rimini e l’APAS (Associazione Protezione Animali Sammarinese) della tradizionale fiera del bestiame che, con il tempo, ha iniziato a proporre un po’ di tutto:  abbigliamento, gastronomia, oggettistica e purtroppo (dicono gli animalisti) anche la fiera degli animali.

Le responsabili di ENPA sezione Rimini e APAS San Marino, avevano denunciato  nel recente passato come la maggior parte degli allevatori esponessero i propri animali in condizioni tali che, a detta delle associazioni, non avrebbero garantito norme minime di benessere. Polemiche, poi, con l’autorità sanitaria preposta.

In particolare le associazioni avevano denunciato bovini al palo con corde corte e strette attorno al muso in modo da impedire ogni movimento o funzione naturale; abbeveratoi (peraltro ottenuti nel corso degli anni a suon di proteste e pubbliche denunce) posizionati troppo in alto perché i pony potessero bere; animali da cortile ammassati per ore in anguste gabbie da trasporto, con acqua spesso assente o inaccessibile per molti di essi; maiali stipati nei camion senza possibilità di movimento e senz’acqua, ombreggianti presenti solo in parte.

La pubblica denuncia da parte di ENPA e APAS San Marino ancora una volta non si è fatta attendere.  Il sopralluogo delle associazioni ha ora riscontrato la presenza di box ampi, dotati di capienti abbeveratoi e con lettiera pulita per i bovini; equini con corde sufficientemente lunghe per alimentarsi ed abbeverarsi; abbeveratoi posti alla giusta altezza; maiali non più ammassati e con la possibilità di bere; gabbie di contenimento degli animali da cortile più ampie e fornite di acqua.

ENPA ed Apas si chiedono perchè si debba ricorrere alla pubblica denuncia per ottenere dei risultati.

L’impegno delle associazioni è quello di continuare a fare pressione sull’amministrazione del Comune di Montecopiolo-Villagrande, affinché la Fiera di Pugliano del prossimo anno, preveda ed includa definitivamente tutti gli accorgimenti necessari per una corretta accoglienza degli animali.

In caso contrario, qualora “i vuoti di memoria” sul benessere animale dovessero permanere si valuteranno le opportune azioni attraverso i propri uffici legali.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati