GEAPRESS – Gli animali erano destinati ad un allevamento per una famosa casa di settore. Polli, faraone e conigli erano però, stante quanto riferito dalla Polizia Stradale di Reggio Emilia, stivati in contenitori sovrapposti gli uni sugli altri, per una eccedenza di carico pari al 30% in più.

Diverse irregolarità sarebbero state riscontrate sul benessere degli animali, mentre il conducente sarebbe risultato privo delle necessarie autorizzazioni per il trasporto degli animali. 572 polli, 50 faraone e 80 conigli erano diretti in provincia a Bagnolo in Piano. Tra le irregolarità anche quelle sulla certificazione sanitaria compilata in maniera parziale. In particolare non era chiaramente indicato il luogo di origine, rendendosi così difficile desumere la stessa certificazione con le prescritte certificazioni da esibire sullo stato di salute e vaccinazione in particolare.

5000 euro l’importo della sanzione contestata.

Sempre la Polizia Stradale di Reggio Emilia, distaccamento di Guastalla, ha provveduto inoltre a fermare un camion adibito al trasporto carni. Il controllo, in questo caso, è avvenuto avvalendosi del cosiddetto “police-control” strumento informatico di ultima generazione. Ben 14 le irregolarità emerse nell’ambito della verifica del cronotachigrafo. In particolare è risultato che il conducente, per più giorni diversi, aveva guidato per oltre 15 ore senza alcuna sosta. Il totale della sanzione contestata è di 4730 euro.

I controlli della Polizia Stradale di Reggio Emilia, saranno intensificati in vista delle prossime festività natalizie. Controlli sia su animali vivi che derrate al fine di garantire la correttezza della filiera sotto il profilo sanitario.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati