S
GEAPRESS – Più o meno nella stessa zona di Palermo dove, poche ore addietro, Edoardo Stoppa e la troupe di Striscia la Notizia ha annunciato un nuovo servizio che pone al centro dell’attenzione la detenzione di alcuni  maiali.

In via Messina Marine ad intervenire fin dalle prime ore del mattino sono stati i Carabinieri della Stazione di Brancaccio, coadiuvati dal N.A.S. di Palermo e dai medici veterinari dell’A.S.P.

Un allevamento abusivo di maiali. Così viene definita dai Carabinieri la struttura che nei giorni scorsi sarebbe stata segnalata  da alcuni cittadini. In particolare, in un’area del demanio marittimo, a pochi metri dal centro abitato, insisteva una struttura realizzata con materiali di fortuna.

In circa venti metri quadrati si sono così trovati 13 suini. In condizioni di carenza igienica, riferiscono gli inquirenti, ma non di maltrattamento.

Una famiglia di palermitati che, stante gli accertamenti svolti dai Carabinieri e dai veterinari, “curavano” gli animali. In tutto tre persone alle quali sono state contestate violazioni sia penali che amministrative relative alla mancata comunicazione di attivazione di stalla, carenze igieniche, occupazione abusiva del demanio marittimo e violazione del testo unico per l’edilizia.

I maiali sarebbero risultati  privi di certificazione. Per questo  i proprietari dovranno sottoporli ai protocolli sanitari oltre che individuare, in pochi giorni, un differente ed idoneo luogo per il loro ricovero. La struttura abusiva, che per i prossimi giorni continuerà eccezionalmente ad ospitare i 13 suini, è stata sottoposta a sequestro con l’autorizzazione, rilasciata ai tre in menzione, dalla Magistratura, per accedervi ed accudire gli animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI FOTOGALLERY: