GEAPRESS – Questo il primo bollettino di guerra del “sospetto” focolaio di Scrapie-TSE individuato dalla ASL di Sassari, a Bultei. L’azienda interessata, che è il più grosso allevamento ovino del Goceano con 2000  capi presenti, è stata sottoposta a sequestro cautelativo. Il referto dell’Istituto Zooprofilattico di Sassari, relativo a due ovini morti, è in attesa di conferma da parte del Centro di referenza nazionale per la Tse di Torino e dell’Istituto Superiore di Sanità di Roma. Si prevede l’abbattimento dei “capi geneticamente sensibili alla malattia”, ovvero da un 25% ad un 60% degli ovini detenuti nell’allevamento.

Le Encefalopatie Spongiformi Trasmissibili (TSE o EST) sono un gruppo di malattie che colpiscono uomo ed animali caratterizzate da una degenerazione del tessuto cerebrale che assume la consistenza di una spugna (da cui il nome) e che porta alla morte.

Il gruppo delle TSE comprende diverse  patologie  come la malattia di Creutzfeldt Jakob (CJD) e la Kuru** negli umani, l’encefalopatia spongiforme bovina (BSE) nei bovini, la scrapie nei piccoli ruminanti come pecore e capre, la sindrome del dimagrimento cronico (CWD) nei cervidi e l’encefalopatia trasmissibile del visone (TME ) nei visoni. La causa delle TSE è dovuta ad una forma anomala, e trasmissibile,  di una proteina,  il prione (PrPress).

La BSE, Encefalopatia Spongiforme Bovina, meglio conosciuta come Mucca Pazza (vedi articolo GeaPress), è una malattia  che ha raggiunto proporzioni epidemiche già dal 1986, la causa è l’alimentazione di animali vegetariani con mangimi “cannibali”, ed è considerata contagiosa per gli umani, checchè ne dicano le “rassicuranti” esternazioni degli enti preposti allla salute umana. Infatti, la  Variante di Creutzfeldt-Jacob (vCJD) è una malattia TSE che interesa l’uomo, è stata diagnosticata nel 1996; la trasmissione avviene per via orale. La maggior parte dei casi si sono verificati nel Regno Unito,  ma ci sono stati casi anche in Francia, Irlanda, Italia, Paesi Bassi, Portogallo, Spagna, Stati Uniti, Canada, Arabia Saudita e Giappone.

La Scrapie è la TSE dei piccoli ruminanti, capre e pecore, e si presenta sotto due forme, la classica (tipica) e l’atipica. Si trasmette da un animale all’altro, orizzontalmente, e verticalmente dalla pecora all’agnello. Si trasmette  anche per via ambientale. I sintomi, molto simili a quelli della “mucca pazza” e della malattia di Creutzfeldt-Jakob, includono la perdita di peso, l’eccessiva salivazione, prurito e perdita di peli (capelli) associati e abrasioni della pelle, incoordinazione degli arti posteriori e comportamento alterato, come nervosismo, depressione, eccitabilità o aggressività. Secondo gli esperti la scrapie non sarebbe trasmissibile all’uomo.

Intanto nella Comunità europea “sarebbero” vietati carni e derivati provenienti da animali non sani.
La sindrome del dimagrimento cronico (CWD), che colpisce i cervidi, non è stata mai rivelata in Europa, ma colpisce comunemente negli Stati Uniti ed in Canada.

In Sardegna l’Assessorato regionale alla Sanità dirama note “tranquillizzanti” che parlano di “sorveglianza alta”, di “contrasto massimo al morbo”, di controlli capillari, che, però, non sono serviti a salvare mille pecore, la cui morte è già annunciata!

NOTE:
**Kuru è una malattia riscontrata negli aborigeni della Nuova Giunea, molto simile alla malattia di Creutzfeldt-Jakob (CJD).

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati