lattonzolo I
GEAPRESS – Continua il trasferimento verso le sedi di affidamento definitivo, dei maiali sequestrati nell’allevamento di Morazzone (VA) nell’aprile scorso. Più interventi che hanno messo a dura prova i partecipi di tale evento ed in particolare il Servizio Interprovinciale Tutela Animali il quale, su disposizione della Procura della Repubblica di Varese, ha avuto affidato il gravoso compito dell’adozione. Ipotesi, quest’ultima, avanzata proprio dallo stesso Servizio Interprovinciale il quale aveva altresì redatto una corposa documentazione attestante la possibilità giuridica di poter definire i maiali come “animali da compagnia”.

Ai nuovi adottati, si aggiungono ora quattro nuovi animali per i quali l’affidamento è rinviato a settembre, Si dovrà infatti attendere lo svezzamento, trattandosi di quattro suinetti nati da una femmina gravida al momento del sequestro. Dipendono ancora dalla madre ma tre dei quattro lattonzoli hanno già una nuova casa prenotata.  Per uno ancora, però, si cerca destinazione e per questo è ancora disponibile il numero di cellulare messo a disposizione dal Servizio Interprovinciale (320.0484962).

Intanto, lo scorso sabato, altri sei maiali hanno trovato casa tra Como e Piacenza. Tre di loro sono infatti stati trasferiti presso la fattoria didattica di Bregnano (Como) mentre la restante parte si trova già presso Centro Ippico di Rivergaro (Piacenza).

Con quest’ultimo evento, che gli operanti hanno scherzosamente chiamato P(ig)-DAY 2, il numero complessivo di suini trasferiti e dati in adozione con lo status giuridico di “animali da compagnia” ammonta a 22 animali. In tal maniera si è così prossimi alla conclusione del relativo procedimento penale avendo l’indagato già proposto, con l’ausilio dei propri legali, il patteggiamento della pena (detenzione di animali incompatibile con la propria natura e produttiva di gravi sofferenze).

I ringraziamenti sono ora rivolti all’ASL di Varese nella persona del Dott. Marco Magrini e Dott. Eraldo Oggioni, per avere individuato celermente (una volta avuto rassicurato dalla Procura sullo “status” giuridico dei maiali) i luoghi ove trasferire in fase di stallo gli animali. L’alpeggio in Val Veddasca ha così consentito di espletare gli accertamenti sanitari, evitando così ai maiali di permanere inutilmente nell’insalubre stalla di Morazzone (VA).

Ringraziamenti anche per la Polizia Locale della Provincia di Varese nelle persone del Commissario Aggiunto Tiziano Arru e Agente Istruttore Lorenzo Piccini e il Corpo Forestale dello Stato – Stazione di Tradate (VA) – nelle persone dell’Assistente Vanessa Maiocchi e Agente Paola Fusi, per l’espletamento congiunto degli Atti di Polizia Giudiziaria e le operazioni di carico e spostamento degli animali.

Infine un ringraziamento ai volontari dell’associazione LAV di Milano e Varese per l’opera di pulizia della stalla di Morazzone (VA) e rifocillamento dei suini prima che venissero trasferiti.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati