bovino 3
GEAPRESS – Con Ordinanza n.38 dell’11 agosto 2016, il Sindaco di Monterosso Almo, in provincia di Ragusa, ha disposto il “recupero e abbattimento” di taluni animali vaganti.

Nelle premesse del provvedimento è fatto più particolare riferimento alle problematiche relative al pascolo non controllato. Un problema che l‘Ordinanza “Contingibile e Urgente” evidenzia come già sollevato ma che non avrebbe avuto le adeguate risposte. Le motivazioni dell’urgenza sembrano relative ai pericoli che deriverebbero dalla presenza di capi di bestiame, anche di grossa taglia, quale causa di incidenti stradali o “di rilevanti pericoli per la circolazione”.

Incaricati dell’esecuzione di un provvedimento che ha già suscitato le prime polemiche in casa animalista, sono i Veterinari dell’ASL, i Vigili Urbani e gli agenti della forza pubblica.

Dalla notifica del provvedimento si ha ora tempo 120 giorni per il ricorso al presidente della Regione Siciliana, che potrebbe però presentare tempi lungi, oppure trenta giorni, sempre a partire dalla notifica, innanzi al TAR.

Proprio nei giorni scorsi un provvedimento di abbattimento di tre tori che vivono alla stato brado nell’isola di Pantelleria (TP), era stato ritirato dopo l’incontro avuto tra alcune associazioni e le autorità comunali. Si spera ora in un’analoga soluzione per gli animali vaganti di Monterosso Almo.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati