GEAPRESS – Erano stati tutti rubati a Cesarò, nei Monti Nebrodi, i dieci bovini protagonisti, loro malgrado, del caos creato ieri mattina intorno alle 5.00, lungo l’autostrada Messina – Palermo in prossimità della galleria di Tindari. La Polizia Stradale, intervenuta nei luoghi con la sottosezione “A20” Messina ed il Distaccamento di Sant’Agata Militello (ME) è ora impegnata nella ricerche del proprietario. L’allevatore di Cesarò aveva provveduto a denunciare il furto ma a lui sono stati riconsegnati solo nove dei dieci animali. Uno, infatti, è stato abbattuto su disposizione dei Veterinari ASL a seguito delle ferite riportare nel corso dell’incidente.

Secondo una prima ricostruzione della Polizia Stradale, il camion, a causa del sovraccarico, è incorso nello scoppio delle due ruote posteriori. Il panico scatenatosi tra i bovini ha comportato che l’ultima mucca, quella cioè a ridosso della parte posteriore del camion, riuscisse a rompere la protezione e a cadere così in strada.

Il camion proseguiva la sua corsa, ma all’interno della pericolosa galleria di Tindari (carreggiata a doppio senso di circolazione) perdeva altri sei bovini, trovati poi dalla Polizia Stradale, malconci e feriti. Uno dei bovini, in particolare, attraversava con continuità le due carreggiate, ostacolando non poco le operazioni di messa in sicurezza della circolazione veicolare operate dalla Polizia Stradale. Un bovino, in particolare, era immobilizzato in strada mentre un ultimo animale veniva trovato all’interno del camion nel frattempo accostatosi lungo la corsia di emergenza nei pressi dell’area di servizio “Tindari”. Il guidatore si era dato alla fuga.

La Polizia Stradale ha dovuto così operare in condizioni di pericolo pur di prevenire pericolosi incidenti d’auto, specie all’interno della galleria.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati