galline ovaiole
GEAPRESS – Prelevate nello scorso mese di agosto e svelate in un Video pubblicato anche su You Tube e che ha già fatto registrare un successo di visualizzazioni. Il prima e il dopo dell’intervento di Animal Equality in un allevamento di galline ovaiole classificato come “biologico”.

Così asseriscono gli animalisti che nel loro documento mostrano il prelievo di dieci galline. Nella seconda parte del video, invece, il momento della liberazione. Il prato ed  il razzolamento nel terreno con erbette e sassolini. Una scena commovente seguita da alcuni spunti di riflessione forniti da Animal Equality.

Secondo l’autore del documento ogni capanno risultava diviso in 3/4 “micro-settori”. Qui c’erano le galline che appaiono l’uno accanto all’altra. Durante il giorno, spiegano gli animalisti, viene resa disponibile un’area di ‘sgambamento’ chiusa, che non lascerebbe, però, possibilità di interagire con l’esterno.

Il processo di raccolta uova è completamente meccanizzato. Negli stessi capannoni, i nidi artificiali e i macchinari. Ad essere automatizzata anche la distribuzione dell’acqua. Tutti questi fattori, uniti alle accuse di possibile precarità dell’impianto elettrico, renderebbero innaturali le condizioni di vita. Il tutto come possibile fonte stress.

Quale è questo allevamento? Non è possibile saperlo ma dalle parole di un attivista che ha preso parte all’operazione, si evince l’angoscia provata nei luoghi. “È un attimo e ti senti catapultato in un inferno, tutto ciò che ti sta intorno divora sofferenza, se ne nutre e te la restituisce, attraverso gli sguardi di chi è ammalato, di chi viene offeso e di chi è dimenticato. È un attimo che dura interi interminabili minuti”. Queste le senzazioni descritte da chi entrato nei luoghi.

Fabrizia Angelini, portavoce di Animal Equality in Italia, va alla radice del problema. “Bisogna proporre – riferisce la responsabile di Animal Equality – delle alternative concrete che non comportino l’utilizzo di prodotti animali. Al contempo, è nostro dovere offrire a questi individui un’opportunità come è accaduto per queste 10 galline, simbolo di quello che accade a tantissime loro simili e speranza per tutti gli animali che sognano la libertà”.

Le immagini di Animal Equality, riporta il comunicato dell’associazione,  mostrano il passato di queste 10 galline ovaiole ma anche il presente; un destino che è cambiato e i primi passi verso una nuova vita, verso la libertà.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati

VEDI VIDEO: