coniglio
GEAPRESS – Coniglio all’ischitana, tramandato di generazione in generazione. Lo ricorda la Polizia di Stato a proposito di un intervento riguardante un allevamento di questo animale. Per la Polizia di Stato nell’isola ci sarebbe una vera e propria cultura di questo animale.

Gli agenti del Commissariato di Pubblica Sicurezza  “Ischia”, coadiuvati dai tecnici dell’ASL hanno infatti controllato una ditta con un grosso allevamento di conigli. Circa 1500 animali che sarebbero stati destinati alla macellazione non autorizzata.

Il sopralluogo avrebbe infatti rivelato una  struttura metallica mobile di circa trenta metri quadrati. Era questo, secondo gli inquirenti il luogo adibito a mattatoio, con reparti ove sarebbe avvenuto lo stordimento, la iugulazione, il depellamento, l’eviscerazione ed infine l’incassettamento dei conigli.

Sono circa un centinaio, a questo proposito, le carcasse dei conigli rinvenuti, nonché grossi bidoni contenenti scarti di macellazione. Il tutto è stato posto sotto sequestro in attesa delle decisioni della Magistratura. La Polizia di Stato ha altresì apposti i sigilli a dei frigoriferi industriali, all’interno dei quali erano conservate cassette in plastica con carcasse di conigli.

Ad essere  denunciati in stato di libertà sono tre persone. La ditta risultava comunque in regola con l’allevamento. Le contestazioni degli inquirenti riguardano infatti la macellazione.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati