GEAPRESS – Almeno si è capito. Sull’altopiano della Giara di Gesturi, nessuno sa con esattezza quanti cavallini ci sono. Nel corso della riunione svoltasi ieri pomeriggio con i rappresentanti della Regione Sardegna, il Sindaco di Tuili avrebbe chiesto all’Assessore Regionale all’Agricoltura Oscar Cherchi, un conteggio dei cavallini. Quanti ce ne sono e quanti, poi, sono di proprietà pubblica.

Cavallini che in quei posti stanno morendo, verosimilmente di fame (vedi articolo GeaPress).

Sulla vicenda è ora intervenuto Stefano Deliperi che, a nome della LAC, Gruppo di Intervento Giuridico ed Amici della Terra ha definito la Giara come un vero e proprio Far West. Un’isola all’interno dell’isola. Un altopiano basaltico dalle condizioni ambientali particolari che vedono i cavallini come “signori” del luogo. Simboli di un habitat unico e variegato.

Aree da tutelare ma afflitte, sempre secondo Deliperi, da pascolo abusivo, vandalismo, abusi sui demani civici e continui atti di bracconaggio. Mentre si attende ancora la costituzione del Parco, più o meno in questo periodo si assiste, ogni anno, alla morte dei cavallini della Giara. Per Deliperi, però, la vicenda è chiara quanto drammatica. “Non c’è una moria, né un epidemia – spiega l’esponente ambientalista – c’è invece la dura competizione alimentare con le centinaia di capi bovini e suini che abusivamente pascolano sulla Giara“.

Una mancanza del controllo del territorio, insomma. Secondo le tre Associazioni i Comuni, la Polizia Locale, il Corpo forestale e di vigilanza ambientale devono tener fuori dalla Giara il bestiame abusivo e sanzionare i proprietari. La Regione autonoma della Sardegna, invece, deve garantire l’assistenza veterinaria e la vigilanza sulla popolazione equina (di proprietà regionale e della locale Unione dei Comuni).

Ciò che è emerso in questi giorni, ovvero una sostanziale mancanza di unità degli interventi, potrebbe essere superato, ad avviso di Deliperi, con l’istituzione del Parco. Una gestione unitaria di un bene ambientale unico.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati