GEAPRESS – Sono arrivati gli esiti delle analisi microbiologiche eseguite sulle mozzarelle sequestrate nei giorni scorsi dalla Polizia di Stato di Frosinone. Da quanto comunicato dalla stessa Questura a dare la particolare colorazione blu ai prodotti caseari è il batterio Pseudomonas fluorescens, come ipotizzato da GeaPress nelle ore successive il sequestro (vedi articolo e scheda GeaPress). Confermato anche il grado di pericolosità per l’uomo, da considerarsi solo in soggetti già immunodepressi.

Tutte le mozzarelle appartenenti al lotto sequestrato, con scadenza 5 gennaio, presso lo stesso esercizio commerciale hanno presentato alla lampada di Wood tracce di Pseudomonas fluorescens.

Il caso era stato denunciato da un insegnante che dopo aver acquistato una mozzarella in un grande supermercato di Frosinone, alla sua apertura aveva assistito al repertino cambio di colore. Da bianca a blu. Analogo caso era occorso in Piemonte nel giugno 2010.

La Polizia di Stato di Frosinone proseguirà l’attività di monitoraggio sul commercio di prodotti alimentari per assicurare una maggiore tutela dei consumatori. La Questura di Frosinone d’intesa con la ASL e la Procura della Repubblica deciderà immediatamente le azioni da intraprendere fornendo altresì elementi informativi e valutativi alle Autorità incaricate di vigilare sulla sicurezza alimentare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati