GEAPRESS – Andrea Zanoni, eurodeputato IdV, è tra gli promotori della conferenza “Foie gras: cosa mangiano i consumatori e cosa non dicono i produttori”, organizzata al Parlamento europeo il 17 ottobre per fare luce sul processo produttivo del foie gras (fegato d’oca) e sulla tortura inflitta a migliaia di oche. “Non a caso – dichiara Zanoni – abbiamo organizzato questo evento in concomitanza con un banchetto di promozione del foie gras organizzato da un eurodeputato francese sempre al Parlamento europeo. E’ giusto che i consumatori di questo prodotto sappiano a quali atroci sofferenze sono costrette le oche negli allevamenti”.

La conferenza è organizzata da Andrea Zanoni insieme a Nadja Hirsch (tedesca, liberal democratica), Yves Cochet (francese, verde), Carl Schlyter (svedese, verde), Sirpa Pietikäinen (finlandese, popolare), Kartika Liotard (olandese, sinistra europea), David Martin (britannico, socialista) e Keith Taylor (britannico verde), che, con il supporto di Compassion in World Farming (CIWF), Four Paws International, Humane Society International (HSI), L214 e la World Society for the Protection of Animals (WSPA), chiedono alla Commissione europea di mettere al bando la pratica di nutrizione forzata degli animali negli allevamenti in tutta Europa.

Zanoni ha anche firmato la petizione di Animal Equity che chiede la messa al bando del foie gras in tutta Europa come già avviene in qualche Paese (Germania, Austria, Paesi Bassi, Finlandia, Danimarca, Regno Unito, Irlanda, Italia, Lussemburgo, Norvegia, Polonia, Repubblica Ceca e Svezia).

Si tratta di una pratica immonda e barbara, un’autentica tortura di milioni di povere oche ed anatre che vivono indicibili sofferenze quotidiane per permettere il consumo del rinomato fois gras – riferisce Zanoni – Il punto è che la maggior parte delle persone che acquista questo prodotto lo fa in buona fede, ignorando il processo che c’è dietro per ottenerlo. Ebbene con questa conferenza al Parlamento europeo vogliamo aiutare il consumatore europeo ad aprire gli occhi e chiedere alla Commissione europea una legge di civismo che bandisca quest’assurdità. Invito tutti a firmare la petizione di Animal Equity ed a diffondere il loro video”.

Intanto, contro il Foie Gras, fioccano le manifestazioni. Oggi a Roma, alle ore 16.00 di oggi, Animal Equality realizzerà un’azione dimostrativa pacifica di fronte ad un punto vendita di una catena di supermercati. Successivamente ci saranno diversi flash mobs itineranti per la città di Roma che inviteranno le persone ad informarsi su quanto reso pubblico.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati