cinghialino
GEAPRESS – Gli agenti del commissariato di Polizia di Nola sono intervenuti nella mattinata odierna, in collaborazione con i rappresentanti dell’Associazione EITAL ONLUS, nello stesso allevamento di Cicciano (NA) “visitato” da “Striscia la Notizia”.

Una segnalazione relativa ad un allevamento di cinghiali che non risulterebbe  autorizzato.

I poliziotti sono risaliti a chi faceva capo l’allevamento ove, all’interno di un recinto, risultavano detenuti 24 cinghiali appartenenti, spiega la Polizia di Stato, a specie selvatica protetta.

Nei luoghi è stato inoltre trovato un fucile calibro 410, che risulterebbe illecitamente detenuto. Secondo la Polizia proprio con questa arma si sarebbe proceduto all’uccisione degli animali finalizzata alla macellazione.

Gli agenti hanno accertato che il fucile era regolarmente dichiarato da un altro uomo di Cicciano, il quale lo avrebbe ceduto al primo. L’arma è stata posta in sequestro, ed il presunto responsabile è ora indagato in stato di libertà per detenzione abusiva di arma comune da sparo. Risulta altresi  indagato il proprietario dell’arma che risulterebbe essere stata ’illecitamente ceduta. Inoltre, i poliziotti, hanno sottoposto a sequestro, le altre armi legalmente detenute presso la sua abitazione.

Personale dell’ASL, fatto intervenire, ha sottoposto a sequestro delle carni macellate rinvenute all’interno di un congelatore e pronte per la vendita.
I reati contestati sono quelli relativi alla gestione e macellazione abusiva di animali.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati