GEAPRESS – E’ di pochi giorni addietro l’intervento della Federazione dei Veterinari d’Europa nei confronti degli Stati membri dell’Unione Europea, affinché venga seguito l’esempio di Svezia, Belgio, Danimarca e Austria. Subito il rispetto delle ultime ricerche di settore sul trasporto degli animali.

Di diverso avviso sono però le indicazioni che emergono dall’ultimo Consiglio UE Agricoltura. Sostanziale indifferenza dei Ministri europei, specie sul milione di firme consegnate a Bruxelles sul rispetto delle otto ore massime per i trasporti di animali.

Nemmeno una parola – ha riferito l’On.le Andrea Zanoni, Europarlamentare IdV – sul milione di firme consegnate a Bruxelles sul rispetto della normativa“.

L’Eurodeputato, con una lettera inviata al Commissario Ue John Dalli, ha infatti richiamato la sorprendente presa di posizione con la quale, lo stesso Commissario, ha recentemente disatteso le sue stesse dichiarazione in favore del limite massimo di trasporto (vedi articolo GeaPress). Fatto che non può che preoccupare alla luce di un possibile dietrofront dell’intera Commissione.

Adesso Dalli deve fare chiarezza – ha dichiarato l’On.le Zanoni che è anche Vice Presidente dell’Intergruppo del Benessere degli Animali al Parlamento europeo – sulle reali intenzioni di Bruxelles e se intende o meno tenere in considerazione l’oltre milione di cittadini europei che hanno firmato la petizione di 8hours”.

La lettera, firmata anche dall’On.le Dan Jørgensen e da altri sei europarlamentari, chiede a Dalli di mantenere le promesse annunciate appena lo scorso 7 giugno. “Ogni altra decisione – scrivono gli otto europarlamentari – sarebbe un’offesa al milione e 100mila cittadini ai quali il Commissario ha promesso una nuova legislazione”.

Zanoni ricorda inoltre la dichiarazione scritta (49/2011) del Parlamento europeo sul trasporto degli animali, oltre che la campagna internazionale 8hours appoggiata da 130 eurodeputati e da più di 100 associazioni in tutta Europa. Un milione di firme che le Istituzioni europee non possono più ignorare.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati