agnelli essere animali
GEAPRESS – Azione-lampo promossa dall’associazione “ESSERE ANIMALI” per dire NO alla strage che avviene nel nome della tradizione. Nel pomeriggio di ieri, infatti, è stata messa in atto una particolare iniziativa volta a far riflettere circa l’uccisione di capretti e agnelli nelle settimane che precedono la Pasqua.

Questo “gregge” – affermano i volontari – rappresenta il desiderio di vivere di tutti gli animali. Noi possiamo decidere di non mangiarli e attraverso le nostre scelte possiamo fare la differenza.”

Secondo Esseri Animali, nel 2015 sono stati macellati prima della Pasqua circa 400mila capretti e agnelli. Un dato che, secondo gli animalisti, sarebbe in calo rispetto agli anni precedenti. Ben il 58% degli italiani si sono detti contrari a portare l’agnello in tavola.

A sostegno della proprio tesi Esseri Animali riporta i dati dell’Istat e le stime Ismea, secondo il quale il settore sarebbe in forte crisi per vari motivi. Tra questi la scarsa redditività degli allevamenti con progressivo invecchiamento degli allevatori e assenza di un ricambio generazionale, la competizione dell’utilizzo del suolo per colture più remunerative come i cereali, oltre che alla maggiore sensibilità acquisita dall’opinione pubblica.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati