toro ucciso
GEAPRESS – Un toro scappato da un macello nei pressi di Andradina, nella regione di San Paolo, in Brasile.

L’animale è stato circondato dalla polizia militare ed uno degli agenti intervenuti ha sparato alcuni colpi in testa al povero animale. L’uomo, armato di mitraglietta, si sarebbe poi avvicinato, filmato dalla stessa polizia militare, esplodendo il colpo di grazia.

Il fatto, come è facile immaginare, ha scatenato molte polemiche. Una nota della polizia militare ha poi specificato che il toro, nel corso della fuga dal macello, aveva ferito un dipendente. A nulla sarebbero valsi i tentativi di contenere l’animale, la cui fine è stata poi decisa, con il consenso del proprietario, dalla polizia militare.

La fuga  del toro, del peso di 450 chilogrammi, è durata appena 200 metri. Era stato poi circondato da due macchine della polizia e dopo essere stato raggiunto dai primi colpi aveva fatto alcuni passi indietro. Accasciatosi a terra è stato infine raggiunto dall’agente con la mitraglietta.

I fatti sono avvenuti lo scorso 27 novembre. La Procura ha chiesto una indagine approfondita sulle varie fasi dell’uccisione.
© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati