GEAPRESS – Controlli sugli allevamenti di bovini e suini che hanno evidenziato anomalie varie anomalie sull’identificazione degli animali e corretto aggiornamento della Banca Dati Nazionale, oltre che la stessa tenuta dei registri. Questo quanto risultato nei controlli operati dal Corpo Forestale dello Stato di Benevento nel settore caseario e zootecnico. Illeciti che si ricollegano fino ai terminali della filiera, ovvero il ramo della ristorazione e degli esercizi commerciali al dettaglio.

I controlli compiuti dal Nucleo Agroalimentare e dai Comandi Stazione del Corpo Forestale dislocati sul territorio, unitamente al personale dell’A.S.L. BN1, sono stati altresì indirizzati, per il settore degli allevamenti dei suini, alla scoperta di strutture abusive. Questo anche alla luce del fatto che la regione Campania non è accreditata per la malattia vescicolare dei suini. Tale malattia, clinicamente indistinguibile dall’afta epizotica è stata già oggetto di rilevamenti proprio in Campania con circolari della stessa Regione che hanno lamentato proprio la carenza dei controlli sulla movimentazione degli animali.

In totale, nei controlli della Forestale, sono state elevate sanzioni per 35.000 euro e quattro sequestri amministrativi. Per quanto riguarda, invece, i controlli nei caseifici e nei punti di vendita al dettaglio, la Forestale ha attenzionato le modalità di vendita dei latticini e la loro etichettatura. Per questi sono stati sottoposti a sequestro alimenti non correttamente posti in vendita. Nel settore della ristorazione sono stati individuati e sequestrati anche prodotti in attesa di essere somministrati ( salumi, formaggi) detenuti in assenza di tracciabilità. I prodotti sono stati sequestrati ed il titolare dell’attività sanzionato. I controlli della Forestale continueranno nei prossimi giorni.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati