testa maiale
GEAPRESS – Un allevamento della provincia di Asti, tenuto sotto controllo. Così il Corpo Forestale dello Stato riferisce in merito all’intervento oggi  reso noto ed eseguito congiuntamente ai Servizi Veterinari ASL. Sembra, a tal proposito, che le condizioni sanitarie e di benessere degli animali, potessero essere  non conformi. Suini, ovini, caprini ed avicoli entrati a far parte di una notizia di reato che era già stata inoltrata alla Procura della Repubblica di Asti tanto che parte degli animali erano stati posti sotto sequestro da parte del Veterinari.

Ad insospettire, tra l’altro, scheletri e carcasse di animali in decomposizione. Di recente, il ritrovamento sull’aia dell’azienda agricola di una testa di suino recante il foro di entrata di un proiettile che ha poi indotto ad ipotizzare il reato di macellazione clandestina. Dai residui di carne ancora presenti sul cranio, si è potuto presupporre che l’animale doveva essere stato abbattuto in tempi relativamente recenti. Ed infatti, nel corso della perquisizione effettuata alcuni giorni or sono su delega dalla Procura della Repubblica di Asti, il Corpo forestale dello Stato, intervenuto con le forze di ben tre reparti (Comandi Stazione di Asti, Nizza Monferrato e  Villafranca d’Asti) e coadiuvato dai veterinari dell’ASL, ha rinvenuto e sequestrato una pistola a proiettile captivo, in gergo detta “abbatti maiali”, detenuta da persona diversa dall’allevatore.

Si pensa che la pistola sia stata più volte utilizzata nell’azienda agricola perquisita  per stordire e quindi uccidere sul posto gli animali, in spregio alle più basilari norme igieniche e, con tutta probabilità, anche alle norme tese al risparmio di sofferenze gratuite per gli animali, in quest’ultima fase della loro vita.

Il proprietario della pistola e l’allevatore sono stati denunciati per il reato di macellazione clandestina, mentre ulteriori indagini sono in corso per verificare se le carni degli animali così abbattuti fossero destinate al solo nucleo familiare o in qualche modo commercializzate.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati