trasporto animali
GEAPRESS – Una cifra che tende al miliardo, quella degli animali trasportati ogni anno lungo le strade italiane. Per l’esattezza 862.093.441.

I dati, relativi al 2013, sono stati  forniti dal Ministero della Salute nell’ambito della relazione annuale 2014 sui controlli relativi alla protezione degli animali durante il trasporto.

La maggioranza assoluta di animali trasportati spetta agli uccelli domestici e conigli. Si tratta, in questo caso, di 823.387.523 animali, seguiti dai suini (13.469.918), bovini (5.966.948) piccoli ruminanti (2.144.115), equini (54.972) ed altri animali (17.069.965).

La principale destinazione è rappresentata dalla macellazione.

A fronte di tale enormità le ispezioni sui mezzi di trasporto (in buona parte avvenute nei luoghi di destinazione) sono state 24.419, mentre i controlli documentali ammontano a 17.008.

Per capire il valore del campione basta rapportare le diverse tipologie di animali coinvolti nei controlli, con gli specifici totali sopra espressi. Si scopre così che i bovini nei mezzi di trasporto controllati sono stati 154.051 ovvero il 2.58% del totale annuo trasportato. I suini, invece, sono  405.924 e corrispondono al 3,01% del totale. Controlli decisamente più ampi, su totali però molto più bassi, sono quelli che hanno interessato i piccoli ruminanti. Nel controllo mezzi, infatti, erano 1.086.623 pari al 50.68 % del totale annuo trasportato. Si ritorna subito a percentuali minime nel caso degli equini. Appena 633 quelli coinvolti nei controlli, ovvero l’1,15% del totale trasportato. 22.078.160 sono invece gli uccelli domestici e conigli  nei trasporti sottoposti a controllo per una percentuale sul totale trasportato pari al 2,68%. Infine gli “altri animali”: 392.779 pari al 2,23 % del totale annuo trasportato.

La relazione ministeriale è redatta in ottemperanza  all’art. 27 del Regolamento (CE) N 1/2005. Il documento sintetizza l’attività di controllo svolta dalle AUSL, dagli Uffici Veterinari per gli adempimenti comunitari (UVAC) del Ministero della salute, dai Posti di Ispezione Frontaliera (PIF) e dagli Organi di Polizia, nell’anno precedente 2013.

© Copyright GeaPress – Tutti i diritti riservati